Il futuro nelle tue mani
Il futuro nelle tue mani
Comment are off

Storie di successo – Andrew

Andrew Zicarelli.

“Ho frequentato Filos dal 2015 al 2019; dopo la qualifica ho lavorato in vari negozi, accrescendo così la mia esperienza. Dal 2019, anno in cui ho terminato il percorso di Tecnico dell’acconciatura, ho un negozio tutto mio a Trecate (No).

Mi sono trovato molto bene a scuola e mi è piaciuto praticamente tutto: la classe è stata come una seconda famiglia ed i professori erano un sacco socievoli!

L’unico problema che ho riscontrato nei miei anni di studio, è stato proprio lo studio: non sono bravo in quello…preferisco lavorare! Quello che cambierei di Filos riguarda proprio questo: aggiungerei più ore di laboratorio. Lì stavo bene, mi impegnato e rendevo tanto, così tanto che la professoressa di acconciatura Rosy Visaggio mi ha preparato e portato a World Skills Italy. Il primo anno sono riuscito a vincere la qualificazione per il nazionale. Quindi a ottobre del 2020, a Bolzano, ho vinto la medaglia d’argento! Lo stage è stato un altro importante momento di crescita: penso sia fondamentale fare più esperienze possibili ed imparare metodi e stili diversi, cercando di apprendere il più possibile da tutto e da tutti. Della scuola migliorerei alcuni locali, che sono stati rovinati da certi studenti che non hanno una giusta disciplina e non rispettano gli spazi comuni.

Ancora oggi continuo a seguire corsi di aggiornamento. Attualmente ho uno studente di Filos in negozio che sta svolgendo l’alternanza scuola-lavoro, al quale cerco di trasmettere le competenze da me acquisite in questi anni. Sono più che soddisfatto del mio percorso e delle mie scelte. Uno dei progetti che pian piano sto avviando è quello di creare una mia linea di prodotti. In futuro mi piacerebbe espandermi con più negozi fino a costruire un franchising.

Credo che lo studio anche in questo settore sia fondamentale (purtroppo io me ne sono reso conto troppo tardi!) e consiglio a chi è ancora in formazione di fare tanta pratica e di cimentarsi in nuove esperienze formative, di non aver paura dello stage perché quello è il momento in cui si decide cosa fare del proprio futuro.”

 

Info sull'autore