Il futuro nelle tue mani
Il futuro nelle tue mani

Storie di successo – Steve

Affrontare un percorso formativo comporta necessariamente misurarsi con le proprie capacità, con un bagaglio spesso ingombrante composto dal contesto dal quale si proviene, dagli insuccessi e dalla sfiducia nei confronti di coloro che circondano l’adolescenza. A volte può essere un incontro, un evento a modificare il percorso di migliaia di giovani alle prese con una scelta difficile, una passione che devono ancora imparare a gestire o a scoprire, i timori relativi al futuro, che oggi appare così incerto.

Abbiamo deciso di raccogliere le storie, che chiameremo “di successo”, di giovani che durante il loro percorso formativo hanno cominciato a porre le basi per un futuro da costruire.

Le loro storie, tratte da un’intervista realizzata dagli allievi e allieve della 2° OBA, ci terranno compagnia nelle prossime settimane.

Lasciamo a voi le conclusioni e a loro la parola.

Steve Yankov.

“Ho frequentato il corso di Operatore Termoidraulico qui a Filos, 5 anni fa. Arrivavo da una precedente esperienza scolastica, interrotta al terzo anno per motivi familiari; iniziai infatti a lavorare in un bar per aiutare economicamente la mia famiglia. Dopo alcuni anni, feci un colloquio a Filos ed entrai in seconda. Ho continuato il percorso fino al 4°anno, prendendo la qualifica del settore idraulico. Mi sono appassionato alle materie umanistiche e ho deciso di conseguire il diploma, frequentando il corso serale del Liceo delle Scienze umane. Ora studio Psicologia a Milano.

Filos è stata per me una famiglia. Gli insegnanti, che in altri contesti avevo sempre trovato distanti, qui sono non solo qualificati, ma anche persone con le quali ha stretto rapporti profondi, che tuttora rimangono inalterati. Pur avendo capito che l’idraulico non sarebbe stato il mio mestiere futuro, il percorso scolastico mi ha permesso di crescere grazie a spunti ed a proposte
continue che mi arrivavano dalla scuola; le conoscenze nel settore termoidraulico da me maturate mi sono servite e mi servono comunque, nella vita di tutti i giorni.

Lavorare, attraverso lo stage formativo, mi ha permesso di confrontarmi con la realtà, imparando a meglio relazionarmi con gli altri, con i colleghi ed a mettermi in gioco. Sarei stato assunto, se non avessi deciso di continuare gli studi.

Ora sono impegnato anche nell’associazionismo, in particolare mi occupo di aggregazione giovanile, proponendo ai giovani attività e modalità di incontro e di condivisione alternative. Questa esperienza è stato per me una svolta fondamentale, di crescita personale.
Grazie a SerMais posso ancora collaborare con Filos, che sostiene l’associazione e i vari progetti che propone.

Consiglio a tutti i ragazzi di essere curiosi: “sperimentatevi”, capite cosa vi piace e trasformate la vostra passione in professione, non fatevi bloccare da insicurezze o persone che non credono in voi e.. ce la farete, ne sono sicuro!

 

Info sull'autore